laghetto altavilla vicentina

Buona notte

Oggi è Lunedì 17 Giugno 2019

L'ora corrente è: 03.43.29

Laghetto Altavilla Vicentina

Storia del laghetto di Altavilla Vicentina

Il “Laghetto" di Altavilla Vicentina è un oasi naturale di 70 mila metri quadrati di cui 25 mila occupati da un laghetto artificiale. Si tratta di uno splendido esempio di recupero di un’ex cava di basalto abbandonata da anni lungo via Tovo.
Il progetto ha previsto la tutela di una zona paesaggistica immersa nel verde e dominata dal laghetto in cui prolifera la vegetazione creando un habitat ideale per la nidificazione della fauna volatile (cigni bianchi e neri, oche, anitre).
Attorno al parco corre un percorso panoramico arricchito da nuove piante e da alcune panchine.
Il parco è stato aperto al pubblico nel settembre del 2003 grazie ad un accordo tra pubblico e privato.
Ricordiamo che è necessaria la collaborazione di tutti affinché il parco rimanga inalterato: è vietato l’accesso, di circolazione e sosta di veicoli a motore ad esclusione di: motocarrozzette per il trasporto di portatori di handicap; mezzi di soccorso; mezzi di vigilanza in servizio; mezzi di supporto allo svolgimento dei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria del verde e di strutture e manufatti in esso inserito è vietato effettuare le seguenti attività nella superficie del lago: pesca, balneazione, uso di natanti di qualsiasi tipo senza specifica autorizzazione comunale, ostruzione e deviazione delle acque, alterazione delle acque con il versamento di sostanze nocive di qualsiasi tipo, introduzione di altre specie di animali acquatici, i bambini devono essere accompagnati da un adulto, i cani possono entrare solo se al guinzaglio e gli escrementi devono essere raccolti e gettati negli appositi cestini (nel parco sono a disposizione anche i distributori di sacchetti e palette per la raccolta).

Il cigno nero